Maltempo: mons. Antonazzo (Cassino), “profondo cordoglio e vicinanza nella preghiera” per la morte dei due giovani di Arce

Mons. Gerardo Antonazzo, vescovo della diocesi Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo, esprime “profondo cordoglio e vicinanza nella preghiera da parte mia e di tutta la Chiesa diocesana alle famiglie dei due giovani di Arce, le cui vite sono state stroncate dal tragico incidente di ieri a Castocielo”. Il messaggio di vicinanza, rilasciato al Sir, riguarda la vicenda di due uomini, di 37 e 38 anni, che hanno perso la vita per la tromba d’aria che ieri si è abbattuta in molte parti d’Italia e che ha colpito anche il frosinate. I due sono stati colpiti da un albero che è caduto sulla loro auto e sono rimasti incastrati nell’abitacolo senza riuscire a liberarsi. Nel territorio della diocesi di Sora – riferiscono dall’Ufficio per le comunicazioni sociali – la situazione più critica si è avuta nella zona di Atina, dove lo straripamento del fiume Melfa, che scende dal santuario di Madonna di Canneto, ha portato disagi a molta parte della popolazione. E intanto anche la parrocchia dei Santi Pietro e Paolo di Arce (Fr), di cui erano originarie le due vittime del maltempo, ha pubblicato una nota di vicinanza tramite i propri canali social: “La comunità parrocchiale di Arce si stringe al dolore delle famiglie delle vittime del drammatico incidente che si è verificato in territorio di Castrocielo – scrivono -. O santissima Vergine Maria, Madre di dolore e di speranza, accogli nelle tue braccia materne questi due nostri giovani”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa