Funerale Desirée Mariottini: parenti, “coloro che ti hanno ucciso si pentano”

“Ti abbiamo raccontato tante storie a lieto fine da bambina. Avremmo dovuto raccontarti e che ci sono anche molti orchi e che nel mondo possono esserci il male e molti pericoli”. È il saluto della famiglia di Desirée Mariottini, affidato alla voce di una parente che legge il testo a nome di tutti al termine della celebrazione del funerale nella chiesa di San Valentino a Cisterna di Latina. Una signora della parrocchia di San Valentino, Teresa Alfano, dove Desireé ha frequentato il catechismo per la comunione e la cresima, ha detto che la ragazza ora vive nella luce e si è augurata, rivolgendosi a Desirée, “che oggi le persone qui presenti possano portare a casa un po’ di quella luce”. “Coloro che ti hanno ucciso si pentano. E chi ha fede – insieme a te che sei in Paradiso – ci dia la forza”, è infine il messaggio di uno zio di Desirée, che racconta di averle fatto molte foto nel giorno della sua Cresima, due anni fa. All’uscita dalla chiesa, nel quartiere periferico di San Valentino, in cui la parrocchia cerca di essere un punto di riferimento e accoglienza, la bara viene accolta dal volo delle colombe, dei palloncini, dalla musica e anche dai fuochi d’artificio.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa