Cultura: presentato volume “Concilio e postconcilio a Parma”. Campanini, “per capire l’evento generale necessario uno sguardo alla Chiesa locale”

“È un’opera con pochi riscontri nella pubblicistica italiana. Non è e non deve essere destinata a pochi specialisti, dobbiamo fare in modo che venga conosciuta da più parti anche al di fuori dei confini di Parma e dell’Italia”. Così Giorgio Campanini, presidente del Comitato Concilio Vaticano II, alla presentazione dei due volumi “Concilio e Postconcilio a Parma” (MUP editore, a cura di Giorgio Vecchio e autori vari) che si è svolta martedì 30 ottobre nell’Auditorium di Palazzo APE Parma Museo. “Ha senso raccontare a livello locale un’evento di respiro mondiale? Sì, perché per capire, oggi come allora, quello che succede a livello generale è necessario uno sguardo nel locale – ha continuato lo storico nel suo intervento -. Soprattutto in una realtà molto frammentata come è quella italiana”. Nel complesso è necessario “salvaguardare, rinverdire la memoria, per progettare il futuro”, ha concluso Campanini. Sulla stessa lunghezza d’onda anche Giorgio Vecchio, curatore del volume.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa