Parlamento: Fico, “si avvalga di mezzi audiovisivi per aprirsi e avvicinarsi ai cittadini”

“Intensificare un sempre più ambizioso impegno volto a fare del patrimonio audiovisivo del Paese non soltanto un potente canale di buona informazione, ma anche, e soprattutto, uno strumento di innovazione, di trasparenza e, dunque, di democrazia”. Lo ha chiesto il presidente della Camera, Roberto Fico, nel suo discorso al festival internazionale di cinema e televisione “Eurovisioni 2018”, a Roma. “Il Parlamento, espressione per eccellenza della volontà popolare, deve per primo avvalersi di tutti i mezzi audiovisivi utili a sperimentare una progressiva apertura comunicativa, di avvicinamento ai cittadini, di visibilità politica e istituzionale”, ha aggiunto Fico. Il fine indicato è quello di “un percorso verso un’interpretazione del ruolo del Parlamento più vicino ai cittadini, capace di promuovere strategie e interventi, non soltanto normativi, in una più ampia prospettiva culturale e, soprattutto, con modalità comunicative sempre più moderne ed efficaci”. Nelle parole del presidente della Camera, la convinzione che “i mezzi audiovisivi possono essere, a pieno titolo, tra i più efficaci strumenti di progresso culturale della società, di maturazione della consapevolezza civile, di demolizione delle barriere e di avvicinamento tra il mondo delle istituzioni e della politica da un lato e dei cittadini dall’altro”. “Un sistema audiovisivo non condizionato da interessi di parte, autenticamente al servizio della collettività come strumento di conoscenza – ha concluso – può e deve diventare una cifra peculiare della democrazia del nostro Paese”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa