Azione Cattolica: dal 14 al 16 dicembre il Convegno nazionale educatori Acr su vocazione e cura educativa

È stato diffuso in questi giorni il programma del Convegno nazionale educatori dell’Azione Cattolica dei ragazzi (Acr), che si terrà alla Domus Pacis di Roma dal 14 al 16 dicembre sul tema “Chiamati a scoprire il sapore. La cura educativa come vocazione”. “Incastonato nella cornice feconda della riflessione sul discernimento, con lo sguardo agli orizzonti tracciati dal Sinodo dei vescovi sui giovani, il convegno sarà un’opportunità per riflettere sul senso più profondo della vocazione al servizio educativo”, si legge nell’invito diffuso dal Ufficio centrale Acr. Nella prima giornata di lavori, dopo la celebrazione presieduta dall’assistente generale di Ac, mons. Gualtiero Sigismondi, gli educatori dei gruppi di bambini e ragazzi di tutta Italia si confronteranno con Pierpaolo Triani dell’Università Cattolica sulla vita di gruppo a sostegno della vocazione del singolo, e con il presidente di Libera don Luigi Ciotti su come nasce una vocazione al bene comune. Sabato 15, dopo gli interventi del vescovo di Cerreto Sannita, mons. Domenico Battipaglia, e del presidente nazionale di Ac, Matteo Truffelli, i partecipanti faranno un percorso tra arte e riflessione sul servizio ai piccoli attraverso impegno politico, lavoro, presenza dei poveri e prossimità nel dolore. Le conclusioni del convegno saranno affidate al responsabile nazionale Acr, Luca Marcelli. “Ricordando che la scelta educativa, esige un ‘ripensamento costante sia rispetto al percorso intrapreso che alle persone che ci sono affidate’ – si legge ancora nel testo dell’Ufficio centrale Acr – speriamo di cuore che ciascun educatore accolga con gioia questo nuovo invito a ritornare alle radici del proprio ‘Sì’”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa