This content is available in English

Cop24: Comece, “affrontare le cause e le conseguenze della crisi climatica”

“Mons. Jean-Claude Hollerich , presidente della Commissione degli episcopati dell’Unione europea (Comece), insieme a tutti gli altri presidenti delle Conferenze episcopali continentali, invita i politici a lavorare per un’attuazione ambiziosa dell’accordo di Parigi. Chiedono che il Cop24 rappresenti una pietra miliare nel percorso tracciato nel 2015 a Parigi”. Un comunicato diffuso nella serata di oggi dal segretariato Comece a Bruxelles, rilancia la firma avvenuta oggi a Roma di una dichiarazione in cui si “chiedono azioni ambiziose e immediate per affrontare e superare gli effetti devastanti della crisi climatica”. Sono uniti i responsabili degli organismi continentali della Chiesa cattolica e anche i 28 vescovi dei Paesi che appartengono all’Ue e quindi alla Comece esprimono il loro sostegno: occorre “resistere alla tentazione di cercare soluzioni a breve termine senza affrontare le cause profonde e le conseguenze a lungo termine” di questa crisi. I principi guida dovranno quindi essere “urgenza, giustizia intergenerazionale, dignità umana e diritti umani”, per politiche che mantengano il riscaldamento globale al di sotto di 1,5°C; guardino a stili di vita sostenibili; rispettino le comunità indigene; implementino un cambio di paradigma finanziario in linea con gli accordi globali sul clima; trasformino il settore energetico ponendo fine all’era dei combustibili fossili e passando alle energie rinnovabili; ripensino il settore agricolo per garantire che fornisca cibo sano e accessibile a tutti, con particolare attenzione alla promozione dell’agro-ecologia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa