Migranti Honduras: padre Verzeletti (scalabriniano), Governo Guatemala compie “delitti di lesa umanità” per militarizzazione della frontiera

Delitti di lesa umanità. Questa l’accusa lanciata ieri, durante una conferenza stampa, da padre Mauro Verzeletti, direttore della Casa del Migrante di Città del Guatemala, verso le azioni del governo guatemalteco di Limmy Morales e le guardie che stanno di fatto “militarizzando” la frontiera di Agua Caliente con l’Honduras, attraverso fili spinati elettrificati e franchi tiratori. Nella conferenza stampa è stato letto un comunicato nel quale si denuncia anche il fatto che la Polizia nazionale civile sta commettendo estorsioni verso i migranti in cammino verso la frontiera messicana.
Intanto il flusso di migranti, comprese molte donne e bambini, non solo dall’Honduras ma anche da El Salvador prosegue, nonostante i rallentamenti dovuti a tale “militarizzazione della frontiera”. La Casa del Migrante di Città del Guatemala ieri ha anche rivolto un appello perché si rendano disponibili nuovi volontari e vengano raccolti altri alimenti.
Secondo fonti Sir, molti migranti iniziano a percorrere vie alternative per entrare in Messico e stanno aumentando i passaggi nella provincia settentrionale del Petén, che si incunea nel territorio messicano.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia