Solidarietà: Oxfam, al via la campagna “Sfido la fame” per sostenere le donne e le loro comunità in Sudan ed Etiopia

Per il terzo anno di fila, nel mondo stanno aumentando le persone che soffrono la fame. Un incremento di 6 milioni di persone, che ha portato il totale a 821 milioni, donne per la maggior parte. Si tratta di centinaia di migliaia di famiglie che pur vivendo di agricoltura e allevamento ogni giorno vanno a dormire con la pancia vuota. È destinata a loro la campagna di raccolta fondi “Sfido la fame” lanciata da Oxfam e grazie alla quale fino al 20 ottobre sarà possibile donare 2 euro con sms al 45591, 5 e 10 euro con una chiamata dal telefono fisso, sempre allo stesso numero, oppure con carta di credito o bonifico su timsostiene.tim.it.
“La situazione più grave – spiega Oxfam – è in Africa orientale, dove la popolazione è stremata dall’impatto del cambiamento climatico, soprattutto a causa dalle gravi siccità degli ultimi due anni, che hanno letteralmente arso pascoli e terreni, causando la perdita di milioni di capi di bestiame, da cui dipende il sostentamento quotidiano di milioni di persone”. Solo in Etiopia e Sudan sono quasi 13 milioni le persone alla fame e i primi ad essere colpiti sono bambini e donne.

Oxfam interviene con progetti di sviluppo in questi Paesi per tutelare i diritti dei piccoli agricoltori, rafforzare i loro modelli di produzione e promuovere maggiori benefici a favore delle comunità locali. In quest’ottica, il sostegno alle donne rappresenta un fattore chiave di cambiamento. “Pur costituendo oltre il 43% della forza lavoro in agricoltura a livello globale e oltre la metà in una regione come l’Africa orientale, le donne – sottolinea Oxfam – hanno un minor accesso alla terra, ai semi, ai fattori di produzione, alla tecnologia, al credito e alla formazione tecnica. Sono discriminate nell’accesso al mercato del lavoro agricolo e molto spesso relegate a svolgere lavoro non retribuito nei campi”. “Eppure – prosegue la nota – investire nell’agricoltura per rimuovere le barriere che ostacolano la capacità delle donne di produrre cibo e sfamare le proprie famiglie consentirebbe di aumentare la produzione agricola fino al 30% in più e di diminuire il livello globale di fame del 17%”.
Per questo, Oxfam Italia utilizzerà i fondi raccolti dalla campagna “Sfido la fame” per sostenere migliaia di persone, soprattutto donne, attraverso progetti di cooperazione finalizzati a migliorare la produzione di cibo, l’accesso alle risorse e al credito, rafforzandone la capacità di creare e commercializzare prodotti agricoli e artigianali in Etiopia e Sudan.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo