Italia-Ue: Tajani (Europarlamento), il Paese “fuori dall’euro? Sciocchezza sesquipedale”. Governo “modifichi la manovra”

(Strasburgo) “Lo dico da italiano e da patriota: il governo modifichi la manovra finanziaria” che “non sta raccogliendo il consenso dei mercati, degli investitori e che rischia di mandare in fumo i risparmi di milioni di italiani”: a margine della seduta plenaria del Parlamento europeo il presidente dell’Assemblea, Antonio Tajani, invia un appello a Roma e al premier Conte. “Il problema – afferma – non è a Bruxelles, non è Juncker, o Moscovici o la Commissione europea”. Tajani fa riferimento alla sostenibilità della manovra e indica invece la strada di modifiche “a favore della crescita, degli investimenti, delle infrastrutture”. Poi, sollecitato dai giornalisti, risponde, seppur indirettamente alla boutade del presidente della Commissione bilancio della Camera, Claudio Borghi che aveva affermato: “L’Italia, con una sua moneta, sarebbe in grado di risolvere i propri problemi”. Uscire dall’euro creerebbe, per Tajani, “danni devastanti al Paese, alle imprese”, agli “interessi dei cittadini”. “Mi auguro che la posizione dell’Italia sia quella espressa invece dal presidente Conte”. Oggi incontrerà il ministro Savona, cosa gli dirà? “Gli dirò in privato quello che dico in pubblico”, e ribadisce: “Uscire dall’euro è una sciocchezza sesquipedale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo