Colombia: no dalla Corte Costituzionale a limite di 24 settimane per aborto

La Corte costituzionale colombiana, dopo oltre nove ore di dibattito, ha respinto l’istanza di limitare l’aborto entro la ventiquattresima settimana di gravidanza. Il pronunciamento nasce in seguito al caso di una donna nei confronti della quale un magistrato aveva ordinato provvedimenti cautelari in seguito a un aborto effettuato nella trentatreesima settimana di gravidanza. In Colombia l’aborto è legalizzato solo in casi eccezionali (salute della donna, malformazioni del feto e gravidanza causata da violenza sessuale).
La Corte ha sentenziato che non le spetta di prendere una decisione di questo tipo, ma ha sollecitato il Congresso a regolare la materia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa