Papa Francesco: saluta il regista Michael Moore al termine dell’udienza generale

Tra i fedeli salutati questa mattina da Papa Francesco al termine dell’udienza generale c’era anche il regista Michael Moore, in questi giorni a Roma per la Festa del Cinema. Regista, sceneggiatore e produttore, Moore ha vinto l’Oscar per il miglior documentario con “Bowling a Columbine” (2003), sul massacro della Columbine High School nel 1999, e la Palma d’oro al Festival di Cannes con “Fahrenheit 9/11” (2004), inchiesta sulla presidenza di George W. Bush e gli attentati dell’11 settembre 2001. Alla Festa del Cinema, nella “Sezione ufficiale”, verrà proiettato sabato 20 ottobre il suo film “Fahrenheit 11/9” (dal 22 ottobre nei cinema italiani distribuito da Lucky Red”. La pellicola, spiega Lucky Red, propone “uno sguardo provocatorio e sarcastico sull’epoca in cui viviamo. Dopo Fahrenheit 9/11, Moore sposta la sua attenzione su un’altra significativa data, il 9 novembre 2016, giorno in cui Donald Trump è stato eletto 45esimo Presidente degli Stati Uniti. L’ultimo documentario di Michael Moore è un affresco liberale e anticonservatore che non prende di mira solo l’amministrazione degli Stati Uniti, ma anche le politiche dei Democratici e dei Repubblicani che hanno portato all’attuale situazione politica”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia