Migranti: Caritas, al via a Roma marcia globale di 1 milione di km “per contrastare l’odio e la paura”

“Contrastiamo l’odio camminando con profughi e migranti”: è l’appello del card. Luis Antonio Tagle, arcivescovo di Manila e presidente di Caritas internationalis, che invita le comunità di cittadini in tutto il mondo a contrastare l’odio e la paura con una marcia lunga un milione di chilometri. Il card. Tagle lancerà ufficialmente il Pellegrinaggio globale “Share the Journey” domenica 21 ottobre alle 10.15 a Roma, con una camminata dalla chiesa di Santa Maria della Luce a Trastevere a San Pietro insieme a migranti e rifugiati. La Campagna “Share the Journey”, promossa da Papa Francesco, ha come obiettivo di avvicinare le comunità di cittadini ai migranti e ai rifugiati organizzando spazi e momenti dedicati alla cultura dell’incontro. “La grande sfida, in questi tempi di dure divisioni – ha detto il card. Tagle -, è di opporre alla retorica della paura e dell’odio azioni di amore, di gentilezza e di misericordia. Se le guerre e la povertà diffuse nel mondo vi fanno sentire impotenti, riprendete il vostro potere mettendovi in connessione con i migranti e i rifugiati che scappano dalle proprie terre, ascoltate le loro storie”. Secondo il card. Tagle “il vero cambiamento nei nostri cuori e nelle nostre comunità comincia da un semplice primo passo da fare insieme ai migranti e ai rifugiati”. La marcia di Roma è una delle molte che si stanno organizzando in tutto il mondo. Le organizzazioni della Caritas in Cile, Nuova Zelanda, Canada, Regno Unito e Stati Uniti hanno già cominciato a camminare insieme ai migranti e ai rifugiati. Molte altre stanno preparando pellegrinaggi nell’arco dei prossimi sei mesi. Papa Francesco ha lanciato la Campagna “Share the Journey” nel settembre 2017. In quell’occasione disse: “La speranza è la spinta a ‘condividere il viaggio’, perché il viaggio si fa in due: quelli che vengono nella nostra terra, e noi che andiamo verso il loro cuore, per capirli, per capire la loro cultura, la loro lingua”. La marcia globale è l’ultima in ordine di tempo tra le iniziative unitarie promosse nell’ambito della Campagna, che dura due anni. Nel giugno 2018 le organizzazioni della Caritas in tutto il mondo, nelle proprie comunità, hanno condiviso il cibo con i migranti e i rifugiati. Maggiori info qui.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia