Manovra: Conte (premier), “studiata per invertire la tendenza dell’economia italiana”. “Nessun margine per il cambiamento, ci confronteremo con osservazioni critiche”

La manovra economica per il 2019 “l’abbiamo studiata molto bene. È articolata, è una manovra per invertire la tendenza verso cui ormai era orientata l’economia italiana. Vogliamo crescere e lo vogliamo fare nell’interesse di tutta l’Europa”. Lo ha affermato questa sera il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, appena giunto a Bruxelles per il Consiglio europeo. Rispetto a possibili modifiche della manovra, il premier ha ribadito che “l’abbiamo studiata molto bene, quindi il margine per il cambiamento non c’è. Nel senso che l’abbiamo impostata in un certo modo”. E sul rischio bocciatura da parte dell’Europa, Conte ha detto che “confido in un dialogo costruttivo. Sicuramente avremo delle osservazioni immagino critiche, ci confronteremo con esse”. Parlando invece della Brexit, il premier ha affermato che “siamo sicuramente disponibili a tenere aperta la finestra per chiudere il negoziato”. “Ci auguriamo di poterlo chiudere”, ha proseguito, evidenziando però che “mi sembra un po’ complicato”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia