Carceri: Sinodo, Dicastero comunicazione e Sky, domani a Rebibbia il film “Michelangelo – Infinito” per “Liberi nell’arte”

Una scena del film

Domani, giovedì 18 ottobre, arriva nel carcere di Rebibbia il film d’arte “Michelangelo – Infinito”, in occasione del primo dei quattro appuntamenti del progetto “Liberi nell’arte: quando l’arte incontra la realtà carceraria”. Il film, prodotto da Sky con Magnitudo Film e distribuito da Lucky Red, dedicato alla vita e alle opere del genio assoluto dell’arte universale, sarà proiettato nel carcere femminile. Il progetto “Liberi nell’arte”, che si inserisce nell’ambito del programma del Sinodo, è sostenuto da Sky ed è promosso da Ucsi Molise e Vatican News, in collaborazione con l’Ispettorato generale dei cappellani e il Ministero di Giustizia, con “lo scopo di favorire la cultura del reinserimento e dell’integrazione sociale dei detenuti attraverso la bellezza dell’arte”.
L’iniziativa relativa alla proiezione di “Michelangelo – Infinito”, si legge in una nota, “è stata avviata a seguito di un’udienza privata, in cui Papa Francesco ha invitato Sky a portare i film d’arte nelle carceri di tutto il mondo per trasmettere un messaggio di bellezza e di speranza ai detenuti”. Il film – diretto da Emanuele Imbucci e che ha di recente esordito nei cinema italiani con il plauso di pubblico e critica –“ traccia un ritratto avvincente dell’uomo e dell’artista Michelangelo Buonarroti attraverso la sua vasta produzione artistica, sofisticate ed inedite ricostruzioni storiche, evoluti effetti digitali e riprese in ultra definizione da punti di vista esclusivi, in un’opera senza precedenti in cui lo spettacolo del cinema incontra l’emozione dell’arte”.
“Non ho avuto il minimo dubbio nel sostenere questa iniziativa che si pone in perfetta sintonia con quanto sto cercando di portare avanti da quando mi sono insediato come ministro. Credo, infatti, fortemente nel valore sociale e rieducativo dei progetti di inclusione basati sull’arte, la cultura, lo sport, la formazione”, ha sottolineato il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede nell’esprimere il suo apprezzamento per il progetto.
Realizzato con la collaborazione dei Musei Vaticani e di Vatican Media, con il riconoscimento del Mibac–Direzione generale cinema, “Michelangelo – Infinito” sarà presentato alle detenute da Cosetta Lagani, direttore Cinema d’arte Sky, ed Enrico Lo Verso, che nel film interpreta Michelangelo, in un incontro moderato da Davide Dionisi di Vatican News. “Attraverso la realizzazione dei film d’arte – spiega Lagani – Sky intende dare il proprio contributo alla divulgazione della cultura e dei suoi valori attraverso la bellezza: da questo presupposto sono nati film come quelli dedicati a Michelangelo e Caravaggio, scelti per le proiezioni negli istituti di reclusione, proprio perché molto affini al messaggio cardine di questo progetto volto a favorire la cultura del reinserimento attraverso l’arte”.
Il 25 ottobre, in occasione dell’appuntamento conclusivo del progetto “Liberi nell’arte”, un altro film d’arte prodotto da Sky (con Magnitudo Film e in collaborazione con Vatican Media), “Caravaggio – L’anima e il sangue”, sarà proiettato presso la casa di reclusione di Paliano (Fr). Ai detenuti verranno raccontati “la vita, le opere e i tormenti di Michelangelo Merisi da Caravaggio, attraverso preziosissimi documenti originali, arricchiti dalla testimonianza di Emanuele Marigliano, protagonista in prima persona di una storia di redenzione, che nel film incarna il fisico dell’artista al cui io interiore presta la voce Manuel Agnelli”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia