Brasile: il candidato Fernando Haddad ricevuto nella sede della Cnbb. Le richieste e le preoccupazioni dei vescovi

Ieri, giovedì 11 ottobre, il segretario generale della Conferenza nazionale dei vescovi del Brasile (Cnbb), dom Leonardo Steiner, vescovo ausiliare di Brasilia, ha ricevuto nella sede della Conferenza episcopale, a Brasilia, il candidato alla presidenza della Repubblica Fernando Haddad, che nel ballottaggio del 28 ottobre contenderà la massima carica dello Stato a Jair Bolsonaro, in vantaggio dopo il primo turno.
Al termine dell’incontro, è stata emessa dalla Cnbb una nota ufficiale, firmata dallo stesso dom Steiner, nella quale si esplicitano i temi trattati con il candidato, specificando che “è normale, nel periodo elettorale, che candidati di diversi partiti e gruppi politici chiedano un incontro e siano ricevuti” dall’organismo ecclesiale. Di conseguenza, “il candidato non è venuto a chiedere appoggi e la Cnbb non ha propri candidati o partiti”.
Haddad, durante l’incontro, ha illustrato le sue priorità programmatiche, impegnandosi, secondo quanto riferito dalla stampa brasiliana, per reintrodurre le riforme sociali e i sussidi ai più poveri tolti dal governo Temer; mentre il segretario generale della Cnbb, si legge nel comunicato della Cnbb, ha sottolineato alcuni punti che preoccupano i vescovi brasiliani, come per esempio la legalizzazione dell’aborto, e alcune priorità, come la difesa della democrazia e la lotta alla corruzione. Dom Steiner ha inoltre presentato al candidato il lavoro realizzato dalla Cnbb durante la Campagna di Fraternità, incentrata sul superamento della violenza.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa