Siria: mons. Pizzaballa (Patriarcato Gerusalemme), “Paese distrutto, ma Chiese attive nell’aiuto della popolazione”

(Loreto) “La Siria è distrutta nelle infrastrutture e nelle relazioni, ma le Chiese sono molto attive e presenti”. Lo ha detto mons. Pierbattista Pizzaballa, amministratore apostolico del Patriarcato di Gerusalemme dei Latini, intervenuto oggi pomeriggio al coordinamento nazionale dell’Opera romana pellegrinaggi, in corso a Loreto. “Quasi tutte le istituzioni cattoliche sono presenti in Siria con tanti progetti. Il problema è coordinarle – ha aggiunto il presule –. In tanti vogliono mettersi sul petto una medaglia. Il vero problema sarà ricostruire legami di fiducia tra le confessioni religiose”. La preoccupazione in questi momenti, però, è “per quelle comunità cristiane che vivono nel distretto di Idlib”. “La presenza cattolica c’è, anche se non ben coordinata”. Per sostenere i profughi spiritualmente, mons. Pizzaballa ha annunciato di aver messo “un prete a disposizione dei profughi siriani”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori