Naufragi: Lampedusa, anche gli studenti di Foligno alla celebrazione del 3 ottobre per ricordare i morti in mare

Per il secondo anno consecutivo, nell’ambito del percorso “Abbattere muri, costruire ponti” promosso dal Progetto Cittadini del mondo, una rappresentanza degli studenti di Foligno, formata dagli alunni dell’Istituto tecnico tecnologico “L. Da Vinci”, saranno in questi giorni a Lampedusa per partecipare alle celebrazioni in occasione del quinto anniversario della strage del 3 ottobre 2013, in cui al largo dell’isola di Lampedusa in un naufragio persero la vita 368 persone. Sull’isola arriveranno moltissimi studenti di diverse scuole italiane ed europee a Lampedusa, la porta dell’Europa, per confrontarsi, dibattere, approfondire sui temi dell’immigrazione, dell’integrazione e dei diritti di rifugiati e richiedenti asilo.
I ragazzi si ritroveranno presso l’Istituto omnicomprensivo Luigi Pirandello e attraverso workshop, curati da Ong ed enti istituzionali, approfondiranno i diversi aspetti del fenomeno migratorio: dalle migrazioni forzate alla tratta di esseri umani, dalle operazioni di soccorso in mare all’accoglienza nel nostro Paese. Senza dimenticare le storie di vita, raccontate dagli stessi rifugiati e migranti sopravvissuti al naufragio. Nonostante la drastica riduzione degli sbarchi sulle coste italiane negli ultimi mesi dopo gli accordi con la Guardia Costiera libica, da gennaio ad oggi, sono morte nel Mar Mediterraneo oltre 1.700 persone (fonte Oim).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori