Epifania: mons. Spinillo (Aversa), “viene svelato il mistero della grazia di Dio e di amore che rende l’umanità santa e partecipe del bene”

Con l’arrivo dell’Epifania, celebriamo il dono della grazia apparsa in mezzo a noi, “vivendola come la luce che guida il cammino dell’umanità. Suggestiva è l’immagine della stella che guida il cammino dei Re Magi: il lungo percorso attraverso il deserto è fecondo perché esso conduce all’incontro con il Signore”. Oro, incenso e mirra, ci dice il vescovo di Aversa, mons. Angelo Spinillo, nell’ultimo appuntamento con il video commento al Vangelo nel tempo dell’Avvento prima e del Natale poi, rappresentano la ricchezza, “ma non riferita all’effettiva sostanza e materia di questi doni: la vera ricchezza è quella dell’umanità, che accoglie la possibilità di offrire la propria vita in dono a Dio”. È il mistero che viene svelato, “il mistero grande della grazia di Dio e di amore che rende l’umanità santa e partecipe del bene”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia