Giornali Fisc: “La Difesa del popolo” (Padova) compie 110 anni. Mons. Cipolla, “strumento di comunione”

“Un giornale non sostituisce il ministero di comunione e unità affidato alle persone, ma non c’è comunione senza comunicazione e anche il settimanale può essere un ulteriore ponte tra la diocesi e la gente, il territorio, le comunità; un canale di incontro e di confronto”. Lo ha scritto mons. Claudio Cipolla, vescovo di Padova, nel messaggio per i 110 anni di pubblicazioni del settimanale diocesano “la Difesa del popolo”. Evento accompagnato anche da una rivisitazione grafica ed editoriale del giornale definito “testimonianza di vita ecclesiale vissuta”. “Numero dopo numero – ha aggiunto -siamo stati aiutati a leggere il contributo che ‘la Difesa del popolo’ ha offerto alle nostre comunità parrocchiali, alle associazioni, al territorio: contributo di riflessione, di promozione di sensibilità sociali e culturali, talvolta anche politiche, di comunione nella chiesa tra le parrocchie e la diocesi e spesso tra la diocesi e il territorio”. Un periodo lungo di “cambiamento radicale” e “sempre più veloce”. Dal vescovo un invito preciso al settimanale diocesano per il futuro: “Raccontare che è possibile ancora parlare di fraternità, di pace, di giustizia, di spiritualità, di fedeltà, di amore. Questo è lo sguardo profondo che la Chiesa difende”. Nelle parole del presule il racconto di una “voce che richiamava all’unità, cristiani e comunità”. “In tanti hanno letto cercando di capire dove andava la Chiesa, che cosa diceva o pensava, perché anche un giornale è servizio di comunione, una voce che può servire la comunione tra persone che vivono un territorio e che spesso sono unite dalla stessa fede cristiana”. Il vescovo, infine, ha ricordato che “la comunione nella Chiesa non può restare soltanto un sentimento, un’ispirazione: ha bisogno di strumenti, di storie, di tentativi. Per 110 anni ‘la Difesa del popolo’ ha aiutato. Ora vogliamo rilanciarla per servire la comunione e l’unità per cui preghiamo ogni volta che celebriamo l’Eucaristia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori