Papa Francesco: messaggio al Forum di Davos, “salvaguardare la dignità della persona umana”

(Foto: Vatican Media/ SIR)

È “fondamentale salvaguardare la dignità della persona umana, in particolare offrendo a tutte le persone reali opportunità di sviluppo umano integrale e attuando politiche economiche che favoriscano la famiglia”. Lo ha scritto Papa Francesco in un messaggio letto stasera a Davos nel quadro della cerimonia di apertura del Forum economico mondiale che ha come titolo di fondo “Creare un futuro condiviso in un mondo fratturato”. Nel messaggio in inglese, il Papa sostiene la necessità che “i modelli economici” osservino “un’etica di sviluppo sostenibile e integrale, basata su valori che pongono la persona umana e i suoi diritti al centro”. Citando in due passaggi il discorso alla Confindustria del febbraio 2016, il Papa dichiara che “solo attraverso una ferma determinazione condivisa da tutti gli attori economici possiamo sperare di dare una nuova direzione al destino del nostro mondo”. Un riferimento anche all’intelligenza artificiale, alla robotica e alle altre innovazioni tecnologiche, che devono anch’esse “contribuire al servizio dell’umanità e alla protezione della nostra casa comune” e non al contrario. Di fronte alla “sofferenza di milioni di persone la cui dignità è ferita” è un “imperativo morale, una responsabilità che coinvolge tutti” quella di fare in modo che “tutti vivano in dignità”. Ruolo particolare il Papa attribuisce al mondo imprenditoriale che ha la potenzialità di generare “cambiamenti sostanziali” attraverso il miglioramento della “qualità produttiva, la creazione di nuovi posti di lavoro, il rispetto delle regole del lavoro, la lotta contro la corruzione pubblica e privata e la promozione della giustizia sociale insieme a una giusta ed equa ridistribuzione dei profitti”. Occorre “un saggio discernimento”, e una bussola “sempre orientate verso ‘il vero nord’, che sono i valori autentici”, scrive il Papa, che prima di “invocare” su tutti la benedizione divina di saggezza e forza”, indica nella conclusione del messaggio che è “adesso” il tempo per “compiere passi coraggiosi e audaci per il nostro amato pianeta” e “mettere in atto la nostra responsabilità di contribuire allo sviluppo dell’umanità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy