Notizie Sir del giorno: card. Bassetti al Consiglio permanente, a Lampedusa infopoint per migranti, Mattarella riceve familiari vittime Rigopiano

Papa Francesco: conferenza stampa aereo, “rinnovamento di parte dei membri” della Commissione tutela minori. Linea resta “tolleranza zero”

La Commissione vaticana per la tutela dei minori “proseguirà il lavoro compiuto finora”. Ad assicurarlo è stato il Papa, rispondendo alle domande dei giornalisti nella conferenza stampa sul volo di ritorno da Lima a Roma, a conclusione del suo viaggio apostolico in Cile e Perù. Sulla pedofilia il Papa ha assicurato che, come per Benedetto XVI prima di lui, la linea resta quella della “tolleranza zero”.  (clicca qui)

Politica: card. Bassetti (Cei), “ricostruire la speranza, ricucire il Paese, pacificare la società”

“Ricostruire, ricucire e pacificare”. Sono i tre verbi attorno ai quali il card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, ha articolato la sua prolusione al Consiglio permanente, nella quale ha esortato a “riformulare” la lezione della “sapienza antica” del libro del Qoèlet, che ci insegna che “per ogni cosa c’è il suo momento: c’è un tempo per demolire e un tempo per costruire, un tempo per stracciare e un tempo per cucire e, infine, un tempo per la guerra e un tempo per la pace”. (clicca qui)

Terra Santa: Aocts, “non possiamo rimanere indifferenti alla situazione di tanti rifugiati provenienti da dittature, guerre e altre condizioni orribili”

“Non possiamo rimanere indifferenti alla situazione di tanti rifugiati provenienti da dittature, guerre e altre condizioni orribili. Il benessere della società israeliana non può essere realizzato a scapito di così tante persone respinte insieme e di così tante vite esposte al rischio e a un futuro assai incerto”. È quanto scrivono in una dichiarazione i capi della Chiesa Cattolica in Terra Santa (Aocts) a proposito di una regolamentazione, annunciata di recente dall’Organismo israeliano competente sulla popolazione e l’immigrazione, riguardante “partenza o detenzione” nei confronti dei richiedenti asilo dell’Eritrea e del Sudan. (clicca qui)

Migranti: Federazione Chiese evangeliche e Fondazione Migrantes, un “accordo di fraternità ecumenica” per apertura di un “infopoint” a Lampedusa

La Federazione delle Chiese evangeliche in Italia (Fcei), la Fondazione Migrantes – organismo della Conferenza episcopale italiana (Cei) – e la parrocchia di San Gerlando di Lampedusa hanno sottoscritto un accordo di fraternità ecumenica per l’apertura sull’isola di un “infopoint” per i richiedenti asilo e i migranti. Questo sportello, aperto in collaborazione con don Carmelo La Magra nei locali della parrocchia, si avvarrà di operatori e volontari di Mediterranean Hope (programma rifugiati e migranti della Fcei) e della Fondazione Migrantes. (clicca qui)

Tragedia Rigopiano: Mattarella a familiari vittime e sopravvissuti, “accertamento delle responsabilità non è un problema soltanto vostro ma dell’intero Paese”

“Non è un problema soltanto vostro, quello di accertare cosa è avvenuto, perché è avvenuto e le responsabilità” della tragedia che il 18 gennaio 2017 portò alla morte di 29 persone per la valanga abbattutasi sull’Hotel Rigopiano. “È un problema dell’intero Paese, anzitutto per motivi di giustizia e in secondo luogo per evitare che possano ripetersi tragedie come questa. È un impegno generale, non soltanto vostro”. Lo ha affermato oggi pomeriggio il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, incontrando al Quirinale i familiari delle vittime della tragedia dell’Hotel Rigopiano e quanti sono sopravvissuti. (clicca qui)

Bolivia: il presidente Morales decide di abrogare il nuovo Codice penale, così come chiesto dai vescovi

Il presidente della Bolivia, Evo Morales, attraverso un’intervista alla tv statale e attraverso un tweet, ha annunciato che chiederà al Parlamento l’abrogazione del Codice penale appena approvato. Il presidente ha sottolineato di aver preso questa decisione in seguito alle prolungate proteste, che si susseguono da due mesi, da parte di diversi settori della società, pur accusando “la destra” di disinformazione e destabilizzazione. (clicca qui)

Elezioni: mons. Delpini (Milano) ai 18enni, “espressione di quella responsabilità per il bene comune che rende cittadini a pieno titolo”

“A 18 anni incomincia il diritto dovere di votare per esprimere le proprie scelte in campo politico e amministrativo. Scegliere le persone e le forze politiche che devono governare la nazione ed esercitare responsabilità amministrative in regione o in città è una espressione di quella responsabilità per il bene comune che rende cittadini a pieno titolo”. Lo scrive l’arcivescovo di Milano, mons. Mario Delpini, in una lettera rivolta ai ragazzi che stanno compiendo o che da poco hanno compiuto 18 anni e che, per la prima volta, saranno chiamati, tra alcune settimane, alle urne. Il testo sarà diffuso dai media e sarà distribuito dai sacerdoti, negli oratori e nelle scuole. (clicca qui)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy