This content is available in English

Canada: diocesi di Québec, da 216 a 37 parrocchie. Card. Lacroix, “rinnovare incontro con Cristo per formare comunità missionarie”

Il cardinale Gérald Cyprien Lacroix (Quebec, Canada)

“Per favorire l’evangelizzazione” la cartina delle parrocchie della diocesi di Québec, Canada, sta vivendo una profonda ristrutturazione. Il 1° gennaio scorso è entrata a regime una seconda fase che ha visto passare da 130 a 64 il numero di parrocchie; nel 2020, a ristrutturazione completata, le parrocchie saranno 37. Nel 2011, quando il processo è iniziato, erano 216. È “il più importante raggruppamento di parrocchie nella storia della Chiesa cattolica in Québec”, si legge sul sito dell’arcidiocesi, “cambiamento essenziale per raggruppare le forze parrocchiali vive e favorire l’evangelizzazione”. Le nuove équipe pastorali che si creeranno dovranno coordinare quella che l’arcivescovo di Québec, il card. Gérald Cyprien Lacroix, ha definito una “comunione di comunità”. Tutte le “comunioni” sono chiamate a definire il loro nuovo modo di lavorare insieme entro il 2020. L’arcidiocesi ha messo a disposizione degli “accompagnatori” disponibili per aiutare nel passaggio. La riorganizzazione amministrativa delle cosiddette “fabrique d’églises”, gli enti che hanno la responsabilità gestionale dei beni delle parrocchie (edifici, cimiteri e risorse economiche), è la più delicata, ma permetterà “di sollevare i sacerdoti e liberare più risorse per la missione”. “Sono convinto”, ha scritto alla diocesi il card. Lacroix il 17 gennaio, “che questi raggruppamenti pastorali ci aiuteranno a proporre o rinnovare l’incontro personale e comunitario con Cristo per formare comunità di discepoli missionari”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy