Avvenire: la prima pagina di domani 23 gennaio. Papa parla degli abusi nella Chiesa, prolusione del card. Bassetti, diseguaglianze globali

“Avvenire” dedica i suoi due titoli principali alla conclusione del viaggio del Papa in America Latina e alla prolusione del presidente dei vescovi italiani, cardinale Gualtiero Bassetti, in apertura del consiglio permanente della Cei. Francesco è intervenuto sulle vicende di abusi e presunti abusi all’interno della Chiesa. Articolato il discorso del cardinale Bassetti, rivolto soprattutto alla situazione italiana e alle prossime elezioni politiche. Il commento è affidato a Francesco Ognibene, uno dei capiredattori centrali del giornale: “In attesa che partiti e candidati si rendano conto che scetticismo e sfiducia sono come diserbante sparso sul suolo di un Paese che vorrebbe tornare a essere pienamente fertile, il cardinale Gualtiero Bassetti, mentre sta entrando nel vivo la campagna elettorale per il nuovo Parlamento, riabilita un termine-concetto che è forse il più inconsapevolmente negletto e bistrattato tra le élite culturali, economiche e politiche: la realtà. Lo fa con la fermezza e il rispetto che gli sono caratteristici, ma intanto lanciando una formidabile provocazione a chi pare continuamente cambiare discorso: la realtà infatti seguita a parlare a tutti con il suo linguaggio onesto e semplice, che attende solo di essere nuovamente inteso, ripulendo il campo da schemi ideologici – populismi inclusi – che hanno la pretesa di costringere quella stessa realtà dentro uno stampo angusto, a scadenza programmata. Alle astrazioni demagogiche come alle promesse senza concretezza si oppone l’appello a riaprire il ‘libro del mondo’, come l’ha definito Bassetti”, conclude Ognibene. Un altro commento è per la firma dell’economista Leonardo Becchetti, che si focalizza sulle diseguaglianze globali: “ll nuovo Rapporto Oxfam presentato ieri a Davos calcola che una tassa globale sull’1,5% della ricchezza dei miliardari potrebbe pagare la scuola di ogni bambino sulla faccia della terra. Viviamo dunque in un mondo ricchissimo, con opportunità enormi, ma dove diseguaglianze profondissime e livelli di povertà assoluta inaccettabilmente elevati sono alla radice di gran parte delle tensioni sociali. Il Rapporto non dà solo i numeri del problema, ma presenta una lucida analisi delle cause e articolate proposte di soluzione. Alla radice delle diseguaglianze c’è ‘l’ottimizzazione dei costi’ nei processi di delocalizzazione della produzione di beni (e servizi) che in una logica di massimo profitto significa corsa verso il basso sui diritti del lavoro nelle filiere del valore”. Titoli sulla prima pagina di “Avvenire” anche per l’accordo di governo in Germania tra Cdu di Merkel e socialdemocratici di Schulz, con un commento di Giorgio Ferrari; per la triste vicenda di Cassino, dove un agente penitenziario si è suicidato dopo che erano emerse presunte violenza ai danni della figlia; e per Popotus, il giornale dei ragazzi con le notizie degli adulti.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy