Diocesi: Mazara del Vallo, cinque antichi volumi del ‘400 digitalizzati e ora fruibili sul web

Cinque antichi tomi del 1400, tra incunaboli e cinquecentine, finora custoditi nella cassaforte del Seminario vescovile di Mazara del Vallo, saranno fruibili sul web. Il progetto completo è stato illustrato questa mattina, alla presenza, tra gli altri, di Alberto De Rosa, direttore della biblioteca centrale del Cnr “Guglielmo Marconi” e di mons. Jean-Louis Bruguès, archivista e bibliotecario. L’accordo di collaborazione tecnico-scientifica tra Seminario e Cnr è stato firmato nell’aprile dello scorso anno “per offrire a studiosi e a tutta la collettività la possibilità di consultare risorse poco accessibili e poco conosciute”, ha ribadito il rettore del Seminario, don Pino Biondo. L’attività di digitalizzazione è avvenuta tra maggio e settembre nella biblioteca centrale del Consiglio nazionale delle ricerche di Roma, dove i volumi antichi sono stati trasportati in sicurezza. “L’attività – ha spiegato De Rosa – ha comportato l’effettuazione di circa 2300 scatti a 600 ppi da mettere a disposizione dell’utenza”. I testi digitalizzati saranno disponibili in rete a partire dalle prossime settimane, con collegamento diretto al sito diocesano www.diocesimazara.it.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy