Papa Francesco: “affidando si costruisce, non lasciando la vita in preda alla paura”

“Ecco i segreti della Madre di Dio: custodire nel silenzio e portare a Dio”. Lo ha rivelato il Papa, nell’omelia della Messa celebrata oggi nella basilica di San Pietro, in cui ha fatto notare che Maria custodiva “gioie e dolori: da una parte la nascita di Gesù, l’amore di Giuseppe, la visita dei pastori, quella notte di luce. Ma dall’altra: un futuro incerto, la mancanza di una casa, perché per loro non c’era posto nell’alloggio; la desolazione del rifiuto; la delusione di aver dovuto far nascere Gesù in una stalla”. “Speranze e angosce, luce e tenebra: tutte queste cose popolavano il cuore di Maria”, il ritratto di Francesco: “E lei, che cosa ha fatto? Le ha meditate, cioè le ha passate in rassegna con Dio nel suo cuore. Niente ha tenuto per sé, niente ha rinchiuso nella solitudine o affogato nell’amarezza, tutto ha portato a Dio. Così ha custodito”. “Affidando si custodisce”, ha garantito il Papa: “Non lasciando la vita in preda alla paura, allo sconforto o alla superstizione, non chiudendosi o cercando di dimenticare, ma facendo di tutto un dialogo con Dio. E Dio che ci ha a cuore, viene ad abitare le nostre vite”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy