Papa in Colombia: arrivato a Rionegro. All’aeroporto di Medellín la Messa in memoria di san Pietro Claver

Questa mattina, lasciata la nunziatura apostolica, il Papa si è trasferito in auto all’aeroporto militare Catam di Bogotá. Al suo arrivo ha salutato alcune persone della General Motors nei pressi della scala dell’aereo, prima di salire a bordo di un A321 dell’Avianca alla volta dell’aeroporto di Rionegro. Al suo arrivo all’aeroporto “José M. Córdoba” Papa Francesco è stato accolto dal vescovo di Sonsón-Rionegro, dal sindaco di Rionegro e dal Comandante della Base Aerea. Poi il trasferimento – in auto e non in elicottero come previsto da programma, a causa del maltempo – all’aeroporto “Enrique Olaya Herrera” di Medellín, dove sceso dall’aereo verrà accolto dall’arcivescovo di Medellín, monsignor Ricardo Tobón Restrepo, dal governatore e dal sindaco della città. Dopo il consueto giro in papamobile tra i fedeli, il Papa si recherà in sagrestia accompagnato da un gruppo di religiosi e consacrati. Ed è proprio l’aeroporto il luogo della Messa a Medellín, meta della quarta giornata del viaggio in Colombia, dove il Papa presiederà la Messa nella memoria liturgica di san Pietro Claver, sacerdote gesuita, apostolo fra gli schiavi deportati; sul palco, il quadro della “Virgen de la Candelaria”, patrona di Medellín. A conclusione della Messa l’arcivescovo di Medellín, monsignor Ricardo Tobón Restrepo, saluterà il Papa, che dopo la benedizione finale si trasferirà in auto al Seminario Conciliar.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy