Albania: mons. Peragine ordinato vescovo. Mons. Frendo, “lasciati irradiare dalla luce di Cristo per poterla irradiare sugli altri”

“Lasciati irradiare dalla luce di Cristo per poterla irradiare sugli altri”. Lo ha detto nella sua omelia monsignor George Frendo, arcivescovo di Tirana-Durazzo, rivolgendosi a mons. Giovanni Peragine, barnabita, di cui ha presieduto giovedì scorso a Lushnjë, in Albania, nella chiesa dei Santi Pietro e Paolo, l’ordinazione episcopale insieme a mons. Hill Kabashi, vescovo emerito della Amministrazione apostolica del Sud dell’Albania, e mons. Charles John Brown, nunzio apostolico nel Paese balcanico. Mons. Peragine è stato consacrato vescovo titolare di Fenice e sarà amministratore apostolico dell’Albania meridionale, incarico al quale era stato nominato da Papa Francesco lo scorso 15 giugno. Domani, domenica 10 settembre, alle 18, celebrerà la prima Messa da vescovo nella chiesa di San Luigi a Valona. Domenica 17, invece, mons. Peragine celebrerà in Italia nella cattedrale di Altamura, sua diocesi di origine, una Messa di ringraziamento per la sua nomina episcopale. Il presule ha scelto come motto episcopale nel suo stemma “Pasce agnos meos”: “Pasci le pecore per le quali oggi ti consacri vescovo. In primo luogo, con l’esempio della vita. Poi, continua a pascerle con la Parola e i sacramenti”, ha aggiunto mons. Frendo, che ha rivolto al nuovo vescovo un altro invito: “Viviamo in una cultura di disperazione. Il mondo ha bisogno di sentire una parola che dà speranza, coraggio e gioia. Questa è la notizia che il mondo aspetta da noi, caro fratello. Questa è la notizia per la quale Gesù ti sta mandando come pastore in questa amministrazione apostolica. La gente ha il diritto di ascoltare da noi una parola di incoraggiamento, ha il diritto di vedere un sorriso sul nostro volto”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy