Papa in Colombia: incontro con i vescovi, “non abbandonare a se stessa la Chiesa in Amazzonia”

“Non abbandonare a se stessa la Chiesa in Amazzonia”. Si è concluso con questo invito il discorso del Papa ai vescovi colombiani, in cui Francesco, partendo dalla “meravigliosa biodiversità” del Paese latinoamericano ha affermato che “l’Amazzonia è per tutti noi una prova decisiva per verificare se la nostra società, quasi sempre ridotta al materialismo e al pragmatismo, è in grado di custodire ciò che ha ricevuto gratuitamente, non per saccheggiarlo, ma per renderlo fecondo”. Come esempio, il Papa ha citato l'”arcana sapienza dei popoli indigeni dell’Amazzonia”, chiedendosi “se siamo ancora capaci di imparare da essi la sacralità della vita, il rispetto per la natura, la consapevolezza che la ragione strumentale non è sufficiente per colmare la vita dell’uomo e rispondere alla ricerca profonda che lo interpella”. Quanto alla formazione dei sacerdoti – tema trattato poco prima – Francesco ha esortato i vescovi ad esercitare la “paternità”, chiedendosi se i candidati al sacerdozio “vivono veramente secondo Gesù o si sono improvvisati altre sicurezze come la stabilità economica, l’ambiguità orale, la doppia vita o l’aspirazione miope alla carriera”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy