Papa Francesco: a Cistercensi della stretta osservanza, “individuate con coraggio nuove possibilità e occasioni per testimoniare il vostro carisma nell’oggi della Chiesa e della società”

(Foto L'Osservatore Romano (www.photo.va) / SIR)

“L’unità nella carità si esprime anche nella fedeltà al patrimonio spirituale, cioè all’identità del vostro Ordine. Al riguardo, il Capitolo generale è occasione propizia per rinnovare, in un clima di dialogo e di ascolto reciproco, la comunione di intenti nella ricerca della volontà di Dio”. Lo ha dichiarato stamattina Papa Francesco, ricevendo in udienza, nella Sala Clementina del Palazzo apostolico vaticano, i partecipanti al Capitolo Generale dell’Ordine dei Cistercensi della stretta osservanza. “Vi esorto a interrogarvi con serenità e verità sulla qualità della vostra testimonianza di vita, sulla fedeltà dinamica al carisma, su come esso sia vissuto dalle vostre comunità monastiche, come pure dai singoli monaci e monache – l’invito del Pontefice -. La tutela del carisma è infatti una delle principali responsabilità del Capitolo generale ed è un’esperienza vitale del presente che si colloca tra la memoria grata del passato e le prospettive per un futuro di speranza”. “Il vostro Ordine, nelle sue vicende storiche, ha conosciuto tempi di grazia e momenti di difficoltà; tuttavia – ha osservato il Santo Padre – ha sempre perseverato nella fedeltà alla sequela di Cristo, avendo come obiettivo la gloria di Dio e il bene della gente”. Nel solco di questa tradizione spirituale, “voi potete leggere lo stato attuale dell’Ordine nei suoi risvolti di luci e di ombre e, nella novità dello Spirito, individuare con coraggio nuove possibilità e occasioni per testimoniare il vostro carisma nell’oggi della Chiesa e della società”, ha concluso Francesco.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy