Germania: voto per il Bundestag di domenica 24 settembre. In palio 686 seggi

Per le elezioni parlamentari tedesche di domani, 24 settembre, sono previsti 686 seggi da distribuire tra i partiti che supereranno la soglia del 5%. Rispetto alle ultime elezioni del 2013, dove gli eletti al Bundestag furono 631, ci sarà quindi un aumento di 55 deputati. La maggioranza è fissata per la prossima legislatura in 344 seggi. Alle elezioni del 2013 la cancelliera Angela Merkel venne rieletta per il terzo mandato, sostenuta dall’Unione, compagine unitaria del Partito cristiano democratico (Cdu) e del partito Cristiano sociale di Baviera (Csu), che ottennero il 49,35% dei voti al Bundestag, per un totale di 311 deputati. L’Unione rispetto alle elezioni del 2009 guadagnò il 7,8% dei seggi, corrispondente a 72 deputati. Il Partito socialdemocratico, che aveva come candidato cancelliere Peer Steinbrück, con il 30,5% dei voti portò in Parlamento 193 deputati. I due partiti hanno dato vita alla Grosse Koalition di governo, con Angela Merkel cancelliere e Steinbrück vice. Il partito di sinistra, i Linke, raggiunse il 10,5% dei seggi, con 64 deputati, sostanzialmente lo stesso risultato dell’ultimo partito che nel 2013 superò lo sbarramento del 5%, i Verdi, che sedettero in 63 scranni del Bundestag, grazie al 10% dei seggi conquistato.
Sia i Verdi che i Linke persero lungo la strada nel quadriennio 2009-2013 diversi deputati, rispettivamente 5 e 12. Fece clamore, 4 anni fa, l’insuccesso del Partito democratico libero (Fdp) dal 1949 sempre presente nel Bundestag, ma che rispetto alle elezioni del 2009, dove ottenne 93 seggi con il 14,6% dei voti, venne castigato dal suo elettorato e non superò la soglia del 5%. Alle elezioni di domani è attesa anche Afd, il partito euroscettico accreditato dai sondaggi di un buon risultato.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy