Diocesi: Matera-Irsina, cinque incontri per il progetto “La vita è bella, amala!”

Cinque incontri per sconfiggere le ansie, le paure, le difficoltà di ogni mamma in attesa. Si tratta del progetto “La vita è bella, amala!”, un percorso promosso dal Centro di aiuto alla vita di Matera che si svolgerà alla presenza del vescovo dell’arcidiocesi di Matera-Irsina, mons. Giuseppe Caiazzo, all’auditorium Cristo Re. Interverranno medici ed esperti. Si comincerà venerdì 13 ottobre, alle 18, parlando di “Maternità surrogata e parto in anonimato”. con Gian Luigi Gigli, docente di Neurologia clinica all’Università di Udine e presidente nazionale del Movimento per la vita. Venerdì 3 novembre, il tema al centro del dibattito sarà la “Fecondazione medicalmente assistita”. Interverrà Nicola Carlucci, ginecologo dell’azienda sanitaria di Matera “Madonna delle Grazie”. L’ultimo appuntamento in programma per il 2017 sarà con Giuseppe Noia, primario dell’hospice perinatale del Policlinico Gemelli di Roma. Con lui si parlerà del “feto come paziente: terapia prenatale e perinatale”. Di “interruzione volontaria della gravidanza” parlerà Vito Aicale, ginecologo dell’azienda sanitaria locale, il 12 gennaio. Infine, il 2 febbraio saranno analizzati gli “aspetti socio-relazionali del postaborto” con Remo Cavicchini, presidente regionale del Centro di aiuto alla vita. L’iniziativa è organizzata dal Cav “Maria Antonietta Nicoletti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy