Amoris Laetitia: Autiero (teologo), “va compresa entro tre paradigmi di carattere ecclesiologico, antropologico, etico”

Tre i “paradigmi entro cui va compresa Amoris Laetitia: di carattere ecclesiologico, antropologico, etico”. Lo ha detto Antonio Autiero (docente emerito di Teologia morale all’Università di Münster, Germania) intervenendo oggi pomeriggio all’incontro dei rappresentanti delle associazioni che si occupano di famiglia, promosso a Roma dall’Ufficio nazionale per la pastorale familiare della Cei. Autiero è curatore dell’edizione italiana del volume “Amoris laetitia. Un punto di svolta per la teologia morale?”, a cura di Stephan Goertz e Caroline Witting, (Università di Mainz, Germania), pubblicato circa sei mesi dopo l’uscita dell’esortazione apostolica postsinodale. Un libro, osserva, per accompagnarne “una comprensione intelligente”, per “aprire una finestra sul documento”. Centrale il tema del discernimento. Il primo paradigma, spiega il teologo, ricomprende le due caratteristiche particolari della Chiesa postconciliare: Chiesa sinodale e Chiesa locale. Il secondo riguarda l’accezione dell’uomo al quale guardare che, osserva Autiero, è “soggetto di custodia, di moralità, protagonista della storia di popolo di cui si fa partecipe e strumento”. L’uomo cui si rivolge il documento è “l’uomo soggetto, autonomo, cosciente anche della fragilità e del rischio della sua autonomia”, e “questa visione antropologica è profondamente calata nella temperie della storia. La grande enfasi data al capitolo VIII non sarebbe comprensibile senza questa lente”. Il terzo paradigma assunto da Amoris Laetitia, quello etico, “scaturisce dai primi due” ed esprime “l’approccio di un’etica normativa che tiene conto che il punto di partenza è dato dalle coordinate delle condizioni e dei condizionamenti nei quali mi trovo a vivere, nella tensione tra la realtà e la sfera ideale. Amoris Laetitia ci offre una rilettura di ecclesiologia, di antropologia ed anche di etica normativa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy