Terremoto in Messico: Unicef, necessari 4,6 milioni di dollari per aiutare i bambini. Missioni di valutazione nelle aree più colpite

L’Unicef ha inviato degli esperti per valutare la situazione dei bambini nelle aree maggiormente colpite di Città del Messico, del Puebla e del Morelos, mentre continua a fornire aiuti ai bambini colpiti dal terremoto dello scorso 7 settembre in Oaxaca e Chiapas. I team Unicef valuteranno le necessità idriche, igieniche, sanitarie, per l’istruzione e per la protezione dell’infanzia. “L’Unicef sta supportando i bambini in Messico da molti anni ma, attualmente, il Paese e le organizzazioni come la nostra stanno affrontando una grande sfida,” ha dichiarato Christian Skoog, rappresentante Unicef  in Messico. “La nostra priorità in queste circostanze – prosegue  – è quella di assicurare che i bambini e i giovani siano protetti e supportati, fisicamente e psicologicamente”. A questo fine Unicef lancia un appello: sono necessari 4,6 milioni di dollari per soddisfare i bisogni dei bambini colpiti dai due terremoti. Le donazioni possono essere effettuate direttamente sul sito nella sezione “Emergenza terremoto Messico”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy