Opera San Francesco: Milano, parte la seconda mensa per i poveri. “Un nuovo luogo di accoglienza a chi ne ha bisogno”. 250 pasti al giorno

Sarà inaugurata l’11 ottobre la seconda mensa di Opera San Francesco per i poveri, un nuovo luogo di aiuto a Milano per chi è povero o in difficoltà. L’appuntamento è per mercoledì 11 ottobre, alle ore 11, presso il Centro francescano culturale artistico Rosetum di via Pisanello 1 a Milano. “Siamo nella zona ovest di Milano, in piazzale Velasquez, proprio accanto al Convento dei Cappuccini dove è già funzionante dal 2010, il poliambulatorio di Osf in via Antonello da Messina. È qui che ha preso forma – spiegano i promotori – un progetto che Osf ha voluto fortemente, per il quale in molti hanno lavorato con impegno e che è diventato concreto solo grazie al sostegno dei benefattori che numerosi hanno capito il valore dell’operazione”. Ora, dopo mesi di progettazioni e lavori di ristrutturazione, Osf “può dare a Milano un nuovo luogo di accoglienza a chi ne ha bisogno: una mensa di piccole dimensioni che vuole essere vicino a famiglie e fasce deboli della popolazione che abita in zona”. La mensa sarà attiva e funzionante, dopo l’inaugurazione, dalla domenica al venerdì, dalle ore 11.30 alle ore 13. La nuova cucina e la nuova organizzazione, tramite una linea di self-service, “garantiranno una maggiore capacità di erogazione del servizio che potrà offrire almeno 250 pasti caldi al giorno, inizialmente solo a pranzo”. Già stabilito anche il numero di persone che garantiranno il servizio: 12 i volontari coinvolti per ogni turno. Il cuoco sarà invece un dipendente, affiancato per i primi periodi di formazione da uno della mensa di corso Concordia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy