Funerali Noemi: mons. Angiuli (vescovo), “hai cercato amore, hai trovato morte, ma Dio ti ridona la vita”

“Con un nodo in gola, a nome di tutti, ti dico che vorremmo sentire ancora la tua voce. Vorremmo che ci spiegassi, con le tue parole di adolescente, il tuo desiderio di amore, quell’amore che di recente hai indicato sulla tua pagina facebook: un amore tenero e comprensivo, confidente e sorridente; un amore che rifiuta la violenza, l’umiliazione e la paura, e cerca solo comprensione e affetto, disponibilità e dolcezza; un amore che apre spiragli di libertà e spazi di autonomia, possibilità di scelte e di progetti per il futuro”. Mons. Vito Angiuli, vescovo di Ugento-Santa Maria di Leuca, ha concluso l’omelia per i funerali di Noemi Durini, la sedicenne di Specchia uccisa dal fidanzato, rivolgendosi idealmente proprio alla ragazza: “Hai cercato questo amore, hai trovato la morte. Ma Dio, ne siamo certi, ti ridona la vita”.
“Il dolore dell’uomo genera nel Figlio di Dio un fremito incontenibile e una travolgente compassione”, che “mette in azione Gesù e fa sprigionare il suo potere di dare la vita, superando il tunnel della morte”, ha spiegato il presule. “Questa fede – ha aggiunto – ci dà la certezza che Noemi è stata afferrata dall’amore di Cristo. Stretta tra le sue braccia, ha finalmente scoperto e sperimentato quell’amore che invano ha cercato in questa vita”.
“Cara Noemi, ora, hai incontrato il vero amore – ha concluso il vescovo -. Cristo risorto è il tuo amore, la tua gioia, la tua vita eterna. Ed è proprio lui, come un vero innamorato, a sussurrarti dolcemente al cuore quelle parole, proprie le ultime parole che profeticamente hai postato sul tuo profilo facebook: ‘Tu meriti l’amore. Molto amore. / C’è vita fuori da una relazione abusiva. / Fidati!’. Sì, cara Noemi, fidati di Cristo e vivi per sempre con lui, il tuo eterno e unico amore”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy