Migrazioni: Morcone (Ministero Interno) su parole di papa Francesco, “orgoglioso del mio Paese. Il Papa è un faro”

(dall’inviata a Münster) “Sono molto orgoglioso del mio Paese e di quello che sta facendo. E sono naturalmente molto contento della riflessione del Papa che per noi costituisce un faro di riferimento”. Lo ha detto Mario Morcone, prefetto della Repubblica italiana e responsabile delle politiche migratorie per il ministero dell’Interno, parlando ai giornalisti a margine dell’incontro “Strade di Pace” della Sant’Egidio a Münster. “È esattamente questo il percorso: siamo arrivati ad un punto – spiega il prefetto – in cui dobbiamo rallentare per quanto riguarda l’accoglienza e gli sbarchi ma è il tempo di una integrazione e di una inclusione e il ministro Minniti presenterà nei prossimi giorni il piano nazionale dell’integrazione che stiamo preparando”. Morcone elogia l’iniziativa dei corridoi umanitari realizzati dalla Comunità di Sant’Egidio e dalle Chiese evangeliche che ha portato, dal febbraio 2016 all’ottobre 2017, 1.000 profughi siriani dal Libano attraverso vie legali e sicure. Riguardo alla possibilità di proseguire con questa esperienza, il prefetto dice: “Non credo che si chiuda, al contrario. È una iniziativa alla quale abbiamo creduto” e “alla quale noi abbiamo aderito come ministeri dell’Interno e degli Esteri. Avranno certamente uno sviluppo perché sono una strada per il futuro soprattutto adesso. Se noi riusciamo a tenere basso il numero degli sbarchi è uno strumento essenziale per soccorrere chi si trova in uno stato di bisogno e in uno stato di fragilità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy