Disabilità: Previte (Cristiani per servire), “tre problematiche d’ordine sociale sono strutture architettoniche, malattia mentale, insufficienti provvidenze economiche”

Un’assenza “su tre problematiche d’ordine sociale per il mondo della disabilità molto rilevanti: le strutture architettoniche, la malattia mentale, le insufficienti provvidenze economiche”. È quanto denuncia Franco Previte, presidente di “Cristiani per servire”, in una nota diffusa oggi. “Le strutture architettoniche di accessibilità urbana, sono ‘invadenze’ varie, che – spiega – restano ancora irrisolte da molti anni” come “pali sui marciapiedi, passaggi pedonali, parcheggi, servizi igienici pubblici, accessi ai servizi pubblici, e tutte quelle ‘necessità’ che intralciano il cammino e la vita sociale dei disabili fisici”. “Le aride ed insufficienti provvidenze economiche ‘dedicate’ al mondo della disabilità – accusa Previte – consentono loro solo la sopravvivenza”. Il presidente di “Cristiani per servire” evidenzia la necessità di “Strutture territoriali di riabilitazione di lunga durata per i casi più difficili da riabilitare onde evitare che sulle famiglie gravino un carico insostenibile di disagi, costi e pericoli, con servizi specifici in strutture adeguate, l’autorizzazione al Tso obbligatorio anche in assenza del consenso del paziente almeno in determinate condizioni, la prevenzione dei disturbi di comportamento e di psicopatie in età giovanile”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy