Terremoto a Ischia: mons. Lagnese (vescovo) ai turisti, “non rinunciate alla vostra vacanza in mezzo a noi”

foto SIR/Marco Calvarese

“Ai turisti che si trovano in questo momento a Ischia e a quanti avevano progettato di trascorrere prossimamente qualche giorno di distensione e di riposo sull’Isola chiediamo di non rinunciare alla loro vacanza in mezzo a noi: è questo un modo concreto per esprimerci solidarietà e aiutarci a ripartire”. È l’appello che mons. Pietro Lagnese, vescovo di Ischia, rivolge ai turisti, in un messaggio all’indomani del terremoto che ha colpito in modo particolare le zone di Casamicciola e Lacco Ameno. “Aiutateci affinché la stagione turistica non si concluda anticipatamente, provocando così serie difficoltà economiche per tanti lavoratori ed operatori del settore. Se infatti i nostri ospiti abbandonassero la decisione di venire sull’Isola verde, per molti ciò sarebbe motivo di perdita di lavoro”, spiega il presule, che assicura da parte sua e dell’intera Chiesa di Ischia “piena disponibilità a venire incontro in tutti i modi possibili alle necessità di coloro che stanno soffrendo. Attraverso la nostra Caritas diocesana, continuamente in contatto con quella italiana e della Campania, vogliamo offrire il nostro concreto contributo al fine di assicurare il nostro sostegno alle comunità ferite”. Infine, il vescovo invita “le comunità parrocchiali dell’Isola a raccogliersi in preghiera, nei modi che loro riterranno più opportuni, per invocare l’aiuto del Signore e l’intercessione della Madonna sull’intero popolo ischitano”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo