Sir: le principali notizie dall’Italia e dal mondo. Terremoto a Ischia, polemica su abusivismo e materiali scadenti. Barcellona, i terroristi volevano colpire la Sagrada Familia

(Foto: AFP/SIR)

Terremoto a Ischia. Due morti e 2.600 sfollati. Protezione Civile: “Case con materiali scadenti”

Due donne morte, 42 feriti, di cui solo 16 hanno richiesto un ricovero, tre bambini estratti vivi dalle macerie e 2.600 sfollati a Casamicciola e Lacco Ameno. È il bilancio del sisma che ha colpito Ischia. Il numero degli sfollati è stato reso noto dal capo del dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli, che ha incontrato i sindaci dell’isola per fare un primo punto della situazione. Escluso l’allestimento di tendopoli per l’accoglienza degli sfollati. Verrà dichiarato lo stato di emergenza e verrà nominato un commissario. Intanto già in queste primissime ore si ragiona sul perché un sisma di magnitudo 4.0 ha potuto causare così tanti danni. “C’è un discorso di specificità dell’isola d’Ischia che è in area vulcanica”, ha spiegato Borrelli in conferenza stampa, aggiungendo: “Quello che però ho potuto vedere oggi è che molte costruzioni sono realizzate con materiali scadenti che non corrispondono alla normativa vigente, per questo alcuni palazzi sono crollati o rimasti danneggiati”. Ed è polemica sulle costruzioni abusive. In una nota congiunta i sei sindaci dell’isola “deplorano le notizie false relative a presunti danni e crolli in tutta l’isola e alle inesistenti connessioni tra l’evento sismico e i fenomeni legati all’abusivismo edilizio”. I geologi però evidenziano che “non è normale che un terremoto 4.0 determini crolli di edifici ed evacuazioni di ospedali”.

Barcellona. I terroristi volevano colpire la Sagrada Familia e i luoghi simbolo della città

Colpire l’imponente basilica della Sagrada Familia e altri luoghi simbolo di Barcellona. Era questo il piano A dei terroristi, ma lo scoppio del covo dove il gruppo preparava l’esplosivo – che ha causato la morte di alcuni importanti elementi del commando – ha costretto a cambiare strategia. Così, all’ultimo momento, la scelta del diverso obiettivo sulla Rambla. Mohamed Houli Chemlal, il 21enne che è apparso davanti ai giudici, ha raccontato i retroscena degli attentati in Catalogna. È stato lui che ha permesso già nelle ore successive all’attentato di ricostruire i piani e l’identità degli aderenti alla cellula del terrore e anche di mettere a fuoco l’esistenza e il ruolo chiave dell’imam Abdel Baki Essati.

Finlandia. Si è aperto il processo al killer di Turku. Due persone morte e otto ferite

Moltissimi giornalisti, ma l’imputato è collegato in videoconferenza dall’ospedale dov’è ricoverato. Si è aperto a Helsinki, in Finlandia, il processo contro Abderrahman Mechkah, il giovane marocchino di 18 anni che a Turku ha accoltellato i passanti prima di essere fermato. Il giovane era un richiedente asilo e, secondo il suo avvocato, ha ammesso i fatti ascritti, ma ha negato motivazioni terroriste. Resterà comunque in detenzione fino al dibattimento vero e proprio. Due persone sono morte e otto sono rimaste ferite nel suo attacco, fra cui la giovane ricercatrice italiana Luisa Biancucci, che non è in pericolo di vita.

Italia. Due casi in Campania di uova contaminate, uno nelle Marche e uno nel Lazio

Due casi di uova contaminate in Campania. Lo si apprende dall’Istituto zooprofilattico sperimentale del Mezzogiorno. In seguito ai controlli per verificare eventuali contaminazioni da Fipronil nei prodotti avicoli e negli ovoprodotti sono stati effettuati in Campania 37 campionamenti e, su 35 rapporti di analisi, 33 sono risultati non contaminati. Due, invece, i casi di “non conformità” rilevati in 2 centri di imballaggio mentre il giorno prima il ministero della Salute aveva annunciato altri due test risultati positivi nel Lazio e nelle Marche. Antonio Limone, direttore generale dell’Istituto, fa sapere che è stato disposto il sequestro sia dei centri di imballaggio sia degli allevamenti annessi e il ritiro dal mercato di eventuali prodotti contaminati. All’origine del contagio potrebbe esserci un trattamento illecito degli animali o, così come avvenuto in Olanda, una contaminazione ambientale dovuta al trattamento del terreno in assenza di animali. La Regione ha già sentito il Ministero per trattare il caso analogamente a quanto avvenuto in altre regioni di Italia”. “I controlli proseguono su tutta la filiera con l’obiettivo di continuare a garantire la sicurezza alimentare dei prodotti e di tutelare i cittadini consumatori della Campania”, conclude Limone.

Scuola. La proposta del ministro Fedeli, obbligo scolastico fino ai 18 anni

Obbligo scolastico fino a quando si diventa maggiorenni, ovvero fino ai 18 anni. È la proposta del ministro per l’Istruzione, Valeria Fedeli. “Io sarei per portare l’obbligo scolastico a 18 anni perché un’economia come la nostra, che vuole davvero puntare su crescita e benessere, deve puntare sull’economia e sulla società della conoscenza così come peraltro ci viene dall’ultima Agenda Onu 2030 sottoscritta anche dall’Italia”. Lo ha detto Fedeli al Meeting di Cl in corso a Rimini. “Si dovrebbe fare – sostiene il ministro – una rivisitazione complessiva dei cicli scolastici da un punto di vista della qualità dei percorsi didattici interni”. “So che questo non si realizza in due giorni, ma la visione e l’attuazione è importante”, conclude.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo