Simposi rosminiani: Antiseri (filosofo), “”il cristianesimo è stato la più grande rivoluzione dell’umanità”

“Nichilismo e relativismo: fisiologia o patologia dell’Europa”. È questo il tema che ha trattato il filosofo Dario Antiseri, intervenendo, stamattina, a Stresa, alla seconda giornata del diciottesimo corso dei Simposi Rosminiani, dedicato quest’anno al tema “Riforma: del pensiero, della società, della Chiesa”. Facendo riferimento a studiosi anche laici, Antiseri ha evidenziato come “il cristianesimo sia stato la più grande rivoluzione dell’umanità avendo messo al centro l’umanitarismo, la libertà, la consapevolezza che deve essere la coscienza a giudicare il potere e non viceversa”. “Per il pensiero cristiano – ha aggiunto il filosofo – il potere non può essere l’assoluto: solo Dio lo è. L’uomo europeo, anche quando non ne ha la consapevolezza, è stato forgiato dal pensiero cristiano: è soprattutto persona, non è fatto per la massa. L’Europa è socratica nella mente e cristiana nella volontà”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo