Diocesi: Trani, il 30 agosto si benedice dormitorio per senza dimora intitolato a mons. Pichierri

“L’arcivescovo Giovan Battista Pichierri ha sempre avuto l’idea di lasciare dei segni della carità anche come frutto del Giubileo della Misericordia”. La sua scomparsa ha reso opportuno che la struttura “fosse benedetta nel giorno del suo trigesimo, nonché del suo anniversario di ordinazione sacerdotale, e che fosse a lui intitolata”. Così mons. Giuseppe Pavone, amministratore diocesano della diocesi di Trani-Barletta-Bisceglie presenta la benedizione del dormitorio per persone senza fissa dimora che, mercoledì 30 agosto, sarà inaugurato presso il centro della Caritas diocesana “Don Giuseppe Rossi”, a Trani, alle 18. L’opera, che sarà benedetta dal card. Francesco Monterisi, arciprete emerito della basilica papale San Paolo fuori le mura di Roma, si presenta con una serie di servizi e 16 posti letto. Il costo dell’opera (300mila euro) è stato finanziato per metà dalla Cei. L’altra metà è stata reperita da donazioni dei fedeli ed in occasione del 25° dell’ordinazione episcopale dell’arcivescovo Pichierri, il quale invitò “clero, religiosi e fedeli a devolvere alla causa del dormitorio, in particolare al suo arredamento, quanto avrebbero previsto in doni o altro da fare alla sua persona”, recita una nota della diocesi. Dopo l’inaugurazione, alle 20, nella cattedrale di Trani, il card. Monterisi presiederà la messa in ricordo di mons. Pichierri, per il quale si pregherà anche a Barletta il 25 agosto, alle 20, nella concattedrale. Presiederà la celebrazione eucaristica mons. Francesco Cacucci, arcivescovo di Bari-Bitonto e presidente della Conferenza episcopale pugliese.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo