Attacchi in Spagna: due le vittime italiane. Messaggio del Presidente Mattarella a Re Filippo, “lotta senza quartiere” contro ogni forma di violenza ed estremismo

“Seguo con grande preoccupazione e profonda partecipazione gli sviluppi del proditorio attentato che ha colpito ieri pomeriggio Barcellona e dell’attacco di questa notte a Cambrils. Si tratta di un’ulteriore, esecrabile dimostrazione della viltà di terroristi le cui azioni non cessano di suscitare orrore e ripulsa”. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato a Filippo VI, Re di Spagna, un messaggio che prosegue così: “In queste drammatiche circostanze il popolo italiano si stringe fraternamente a quello spagnolo, in un comune dolore, nel cordoglio alle famiglie delle vittime tutte, quale che sia la loro nazionalità, e augura ai feriti un pronto e completo ristabilimento”. “Nel rinnovare alla Maestà Vostra l’espressione dei sentimenti di amicizia e solidarietà dell’Italia, oltre che miei personali, desidero confermare la ferma determinazione del mio Paese a collaborare con la Spagna, insieme ai partner dell’Unione europea e all’intera comunità internazionale, nella lotta senza quartiere al terrorismo e a ogni forma di estremismo violento, a difesa dei comuni valori e libertà democratici e della sicurezza dei nostri Paesi”. Le autorità spagnole hanno fra l’altro reso noto che le vittime italiane sono due, oltre a tre connazionali feriti. Dopo il nome di Bruno Gulotta è emerso quello di Luca Russo, 22 anni, di Bassano del Grappa. Russo era in vacanza nel capoluogo catalano in compagnia della fidanzata, Marta, a sua volta rimasta ferita in modo lieve.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy