Sport e giovani: Csi, progetti e iniziative educative e sociali in tutta Italia

A Catania il progetto “Pronti, partenza, via!” realizzato dal Centro sportivo italiano (Csi) con Save the children e Uisp “ha dato il via ad un’autentica esperienza di progettualità integrata che coniuga attività sportiva e educativa negli impianti sportivi e nelle scuole facendo anche formazione e sensibilizzazione nelle famiglie sugli stili di vita sani”. A parlarne è Sebastiano Gazzo,  del Csi di Catania, nel corso dell’incontro promosso questo pomeriggio dal Centro sportivo italiano a Montecitorio. Alessio Franchina (Csi Bergamo) illustra invece il progetto “Gioca gol”, attività d’ingresso per giovani calciatori. “Dedicato alle scuole di calcio vuole avvicinare bambini, genitori e allenatori a questo sport mettendone in risalto l’aspetto ludico e ricreativo”. A Lecce gli operatori del Csi hanno recuperato il Parco Nelson Mandela, riqualificandolo e facendone un polo educativo e polisportivo. Riccardo Berto gioca da sempre a basket nell’Acilia Sport Red Foxes, ma a 16 anni esprime il desiderio di imparare ad allenare “per essere educatore”. Oggi racconta la sua esperienza dal campo alla panchina in un quartiere della periferia di Roma. Diffondere i valori dello sport portando un pallone anche nelle “periferie del mondo”. È l’orizzonte che fa cinque anni caratterizza l’impegno di Csiperilmondo, il progetto di volontariato internazionale del Csi. “Sono 150 – spiega Massimo Achini del Csi di Milano e già presidente del Csi nazionale – i giovani volontari già impegnati nelle missioni di solidarietà in diversi Paesi in via di sviluppo”. In questi giorni partono le missioni 2017.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy