Notizie Sir del giorno: Papa a G20, mons. Delpini arcivescovo Milano, Justitia et Pax su armi nucleari, funerali Navarro-Valls

Papa Francesco: messaggio al G20, appello ai potenti del mondo, “dare priorità assoluta ai poveri”

“Nei cuori e nelle menti dei governanti e in ognuna delle fasi d’attuazione delle misure politiche c’è bisogno di dare priorità assoluta ai poveri, ai profughi, ai sofferenti, agli sfollati e agli esclusi, senza distinzione di nazione, razza, religione o cultura, e di rigettare i conflitti armati”. È l’accorato appello di Papa Francesco ai leader mondiali riuniti oggi e domani ad Amburgo per il Vertice G20. (clicca qui)

Armi nucleari: “Justitia et Pax” Europa e Usa, serve “una strategia credibile, verificabile e applicabile per la totale eliminazione”

“La natura indiscriminata e sproporzionata delle armi nucleari obbliga il mondo a muoversi oltre la deterrenza nucleare. Invitiamo gli Stati Uniti e le nazioni europee a lavorare con altre nazioni per tracciare una strategia credibile, verificabile e applicabile per la totale eliminazione di armi nucleari”. La richiesta è contenuta in una dichiarazione dell’arcivescovo Jean-Claude Hollerich, presidente di “Justitia et Pax” Europa, e dal vescovo Oscar Cantú, presidente del Comitato dei vescovi americani per la pace e la giustizia internazionale. “Anche un limitato scontro nucleare avrebbe conseguenze devastanti per le persone e il pianeta” e un “errore umano o di calcolo porterebbe a una catastrofe umanitaria”, si legge nella dichiarazione. (clicca qui)

Navarro-Valls: mons. Fazio (Opus Dei), “lealtà, professionalità e dono sincero di sé”

“Un uomo di fede, che per tutta la vita ha cercato di essere coerente con ciò in cui credeva”. Così mons. Mariano Fazio, vicario generale dell’Opus Dei, ha definito Joaquín Navarro-Valls, nell’omelia dei funerali celebrati oggi nella basilica di S. Eugenio, gremita di persone, tra parenti, amici, colleghi e membri dell’Opus Dei. “Lealtà, professionalità e dono sincero di sé”: queste le tre qualità dell’ex portavoce vaticano, per 22 anni a fianco di Giovanni Paolo II, messe in risalto da mons. Fazio. (clicca qui)

Nomine/1. Mons. Delpini arcivescovo Milano: “Vorrei che tutti avessero la certezza che Dio ci ama, ci vuole felici”

Papa Francesco ha accettato la rinuncia al governo pastorale dell’arcidiocesi metropolitana di Milano presentata dal card. Angelo Scola e ha nominato nuovo arcivescovo mons. Mario Enrico Delpini, finora vescovo ausiliare e vicario generale della stessa arcidiocesi. “Ci vorrebbe un vescovo santo, un vescovo genio, un vescovo carismatico…”. Mons. Delpini, rivolgendo le prime parole all’annuncio ufficiale della sua nomina a nuovo arcivescovo di Milano, ha tracciato il profilo di un vescovo “ideale”, per poi sottolineare più volte la sua “inadeguatezza” al compito. (clicca qui)

Nomine/2. Mons. Olivero vescovo eletto Pinerolo: “Diventando prete avevo promesso che sarei stato obbediente. L’ho fatto finora e lo faccio oggi”

Papa Francesco ha accettato la rinuncia al governo pastorale della diocesi di Pinerolo (Italia), presentata da mons. Piergiorgio Debernardi e ha chiamato a succedergli mons. Derio Olivero, del clero della diocesi di Fossano, finora vicario generale della stessa diocesi. “Trent’anni fa quando sono diventato prete, sapendo che non sono proprio nelle righe, avevo promesso una cosa: che sarei stato obbediente. E l’ho fatto finora e lo faccio oggi. E dunque: si parte. Ma mi spiace tanto lasciare Fossano”. Queste le parole di mons. Derio Olivero, all’annuncio della nomina. (clicca qui)

Sport e giovani: Bosio (Csi), “accoglienza di tutti e servizio a comunità cristiana”. Albertini, “fare squadra anche all’esterno”

“La parola servizio ci appartiene: il ruolo del Csi è fare un servizio, metterci a disposizione delle comunità per dare a tutti l’opportunità di fare sport con noi. Siamo e vogliamo continuare a essere soprattutto al servizio della comunità cristiana. Nei nostri oratori ci sono a volte metà cristiani e metà musulmani. Non dobbiamo convertire nessuno ma accogliere tutti”. Lo ha detto oggi Vittorio Bosio, presidente del Centro sportivo italiano (Csi), intervenendo all’incontro a Palazzo Montecitorio “S Factor: più sport come fattore di sviluppo, coesione ed educazione”. Per don Alessio Albertini, consulente ecclesiastico nazionale, “occorre fare squadra; e non solo tra noi ma anche con tutti quelli che al di fuori del Csi fanno bene le cose”. (clicca qui)

Messico: ancora violenza. Sacerdote ucciso durante una rapina. Ad Acapulco 28 morti in una rivolta carceraria

Ancora un sacerdote assassinato in Messico. La vittima è padre Luis López Villa, 71 anni, trovato morto ieri mattina (ora messicana) nella canonica della parrocchia di sant’Isidro Labrador, situata nella colonia Ejidal El Pino, nel comune di Los Reyes La Paz, Stato del México e diocesi di Nezahualcoyótl. Si tratta del sesto sacerdote ucciso in Messico negli ultimi dodici mesi, il terzo dall’inizio dell’anno. Un’ennesima conferma del clima di violenza che si vive in tutto il Paese. È sempre di ieri, ad esempio, la notizia che una rivolta all’interno del carcere di Acapulco (Stato del Guerrero) ha provocato la morte di 28 persone. (clicca qui)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy