Vaccini: Sereni (vicepresidente Camera), “dopo approvazione decreto occorre ricucire fiducia tra mondo scientifico e cittadini”

“Voterò convintamente la fiducia sul decreto vaccini perché penso che il governo abbia fatto bene ad assumere una posizione univoca ma non basterà il decreto, dobbiamo lavorare sulla marea di sfiducia pervasiva con cui ci troviamo a dover fare i conti”. Lo ha detto Marina Sereni, vicepresidente della Camera dei deputati, intervenuta alla presentazione, questa mattina a Montecitorio, di “MonitoRare, III Rapporto sulla condizione della persona con malattia rara in Italia” realizzato dalla Federazione italiana malattie rare Uniamo fimr onlus rivela grazie al contributo non condizionato di Assobiotec – Associazione nazionale per lo sviluppo delle biotecnologie (Federchimica) e con la collaborazione di ministero della Salute ed altre realtà. Commentando il Rapporto, Sereni definisce “gravi le differenze tra regioni” – la ricerca rivela che il 66,7% dei centri di riferimento si trova al nord, il 19,7% al centro, mentre il sud ne ha solo il 13,6% . “Non è un problema di carattere amministrativo – sostiene – ma un problema che riguarda la vita delle persone a seconda del luogo in cui si nasce e si vive”. Con riferimento alla votazione sul decreto vaccini approvato dalla Commissione, Sereni rilancia: “Dobbiamo interrogarci: come è stato possibile che una grande quantità di notizie false sia stata elevata a verità assoluta? Da dove nasce la sfiducia? Al fondo di quelle falsità c’è sostanzialmente la sfiducia contro qualsiasi tipo di autorità, scientifica o istituzionale. Dopo l’approvazione del decreto dovremo chiedere ai medici di medicina generale e a tutti i soggetti coinvolti un lavoro di ricucitura della fiducia tra mondo scientifico e cittadini”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy