Diocesi: mons. Spina (arcivescovo eletto Ancona-Osimo), “nomina inaspettata, una vera sorpresa di Dio”. “Vengo tra di voi con fiducia e gioia”

Mons. Angelo Spina, arcivescovo di Ancona-Osimo

Una nomina “da me inaspettata, una vera sorpresa di Dio” che “con timore e trepidazione ho accolto e accettato”. Così il mons. Angelo Spina, fino ad oggi vescovo di Sulmona-Valva, commenta la sua nomina ad arcivescovo di Ancona-Osimo voluta da Papa Francesco e ufficializzata alle 12. “Rivolgo un particolare ringraziamento – scrive il vescovo in una nota – all’arcidiocesi di Campobasso-Bojano, mia diocesi di origine, e all’amata diocesi di Sulmona-Valva, che mai dimenticherò, portandola sempre nel mio cuore e nelle mie preghiere”. “Dal Molise, dall’Abruzzo – prosegue – ora vengo chiamato ad andare nella bella Regione delle Marche, che porta ancora vive le ferite del sisma, nella antica e nobile arcidiocesi di Ancona-Osimo, ricca di storia, di tradizioni e di fede”. “Il mio vivo ringraziamento va al card. Edoardo Menichelli, a cui mi lega una lunga amicizia, per il suo esempio, la sua testimonianza di pastore zelante e tenace, sempre sollecito alle necessità della Chiesa locale di Ancona-Osimo e alla sua gente”. Rivolgendosi poi alla nuova comunità ecclesiale che il Papa gli ha affidato, mons. Spina afferma: “Vengo tra voi con due parole ‘fiducia’ e ‘gioia’”. “Fiducia nel Signore” e “gioia del Vangelo”. “Carissimi fratelli e sorelle – conclude – invito me e voi a fissare lo sguardo sul Signore Gesù, e a pregare per me, uniti nell’amore di Dio”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy