Comunicazione: Signis, la statunitense Helen Osman è la nuova presidente

È l’esperta di comunicazione Helen Osman, statunitense, la nuova presidente di Signis (Associazione cattolica mondiale per la comunicazione). Lo si legge in una nota diffusa oggi. Osman, eletta dall’assemblea dei delegati tenutasi il 22 giugno a Québec City, Canada, succede a Gustavo Andújar (Cuba), eletto al precedente congresso mondiale di Signis a Roma (2014), e sarà affiancata nel suo mandato quadriennale dai vice presidenti Lawrence John Sinniah (Malesia) e padre Paul Samasumo (Zambia). L’argentino Ricardo Yanez è stato eletto segretario generale e Emmanuel Bonnet, francese, è il nuovo tesoriere generale. Fr. Luis García Orso (Messico), nominato dal Dicastero per i laici, la famiglia e la vita il 5 agosto 2015, completa il direttivo di Signis. Osman è una giornalista, scrittrice e professionista della comunicazione riconosciuta a livello internazionale ed è la prima donna e il primo nordamericano a ricoprire la posizione di presidente di Signis. Tra i diversi ruoli ricoperti, la neo presidente è stata per otto anni responsabile della comunicazione della Conferenza dei vescovi cattolici Usa nonché dell’organizzazione delle visite di Papa Benedetto XVI nel 2008 e di Papa Francesco nel 2015. Ha inoltre prestato servizio nel team di comunicazione del patriarca ecumenico Bartolomeo durante il Concilio panortodosso del 2016. Già segretario e presidente dell’Associazione della stampa cattolica degli Stati Uniti e del Canada, è l’unica persona nella storia dell’Accademia cattolica dei professionisti della comunicazione ad avere ricevuto il Clarion Award più di una volta. Padre Samasumo, capo della sezione dell’Africa inglese di Radio Vaticana, diventa il primo africano a ricoprire una delle prime tre posizioni del consiglio di Signis, mentre Lawrence John Sinniah è stato rieletto per un secondo mandato come vicepresidente. La nuova presidente si concentrerà sul rafforzamento dell’Associazione in modo che i membri possano comunicare in modo più efficace le loro ispirazioni e idee e mettere in pratica la missione di Signis, “trasformare le nostre culture alla luce del Vangelo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy