Charlie Gard: il medico americano Michio Hirano sarà a Londra probabilmente lunedì 17 luglio per incontrare i medici dell’Ospedale Great Ormond Street

È ripresa pochi minuti dopo le 14 (le 15 in Italia) l’udienza presso la High Court di Londra sul caso del piccolo Charlie Gard con due decisioni della Corte: la prima di rivelare il nome del medico americano che ieri, in collegamento dagli Stati Uniti, ha risposto alle domande del giudice e degli avvocati delle parti riguardo la terapia sperimentale proposta per curare la patologia genetica del piccolo Charlie. Si tratta del dottor Michio Hirano del Dipartimento di neurologia della Columbia University, responsabile della Divisione per i disordini neuromuscolari. La seconda decisione riguarda un incontro a Londra tra il dottor Hirano e i medici dell’Ospedale Great Ormond Street e altri per ora non meglio precisati “specialisti” che potrebbe avvenire lunedì. Dall’incontro verrà prodotto un documento che la Corte potrà prendere in esame in una nuova seduta il 24 luglio. Il giudice ha ribadito la disponibilità ad accogliere qualsiasi accordo possa nascere tra le équipe mediche, ma che Charlie non potrà essere trasferito senza il permesso della Corte. Resta sospesa ancora la questione della misurazione della crescita della scatola cranica del piccolo, che ieri è stata al centro di un contrasto tra i genitori e i medici del pediatrico di Londra. I genitori del piccolo Charlie oggi hanno rivolto un invito alla calma in relazione alle minacce pesanti ricevute dal personale del Great Ormond Street Hospital. In apertura dell’udienza il giudice ha ringraziato Chris e Connie Gard per le loro parole.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy