Terrorismo: p. Sosa (gesuiti), “il dialogo è la strada da percorrere”. “Ho paura del fondamentalismo, non dei musulmani”

“Religioni e fondamentalismi sono due cose differenti. Quando diventa ideologia e ambizione di potere, la religione smette di essere tale e diventa fondamentalismo. I regimi sono ideologicamente schierati. Il cristianesimo, invece, è più una fede che una religione”. Ne è convinto padre Arturo Sosa Abascal, preposito generale della Compagnia di Gesù, che in un’intervista al Sir riflette sull’emergenza terrorismo all’indomani degli attacchi a Londra. “Le religioni hanno grandi responsabilità”, sostiene il superiore dei gesuiti, perché “il dialogo è la strada da percorrere”: “Non ho paura dell’islam, perché non ho paura dell’esperienza di Dio. Ho paura del fondamentalismo, non dei musulmani”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy