Sant’Antonio di Padova: prosegue il pellegrinaggio delle diocesi venete in occasione della festa. Sabato la “Notte dei miracoli”

Oltre un migliaio i pellegrini giunti alla basilica di Sant’Antonio di Padova dalla diocesi di Chioggia ieri, martedì 6 giugno, accompagnati dal vescovo Adriano Tessarollo che ha presieduto l’affollatissima Liturgia accompagnato da un diacono e da 41 concelebranti: una grande folla festosa che ha animato anche il sagrato della basilica al termine della Messa, come da tradizione da parte dei pellegrini di Chioggia, devotissimi al Santo. Oggi, mercoledì 7 giugno, attesi, altrettanto numerosi i pellegrini della diocesi di Treviso con il loro vescovo S Gianfranco Agostino Gardin; domani, giovedì 8 giugno, sarà la volta della diocesi di Vicenza.
Anche ieri, martedì 6 giugno, sono transitati 2.872 devoti dinanzi alle reliquie e alle 12.15 di oggi, mercoledì 7 giugno erano 976 i passaggi conteggiati, portando a 27.962 il numero complessivo di passaggi nella Cappella del Tesoro dall’inizio della Tredicina in occasione della festa di Sant’Antonio di Padova, che si celebra il 13 giugno. Numerosi gruppi continuano ad afferire alla basilica: tra loro, sempre fedelissimi, i pellegrini polacchi che si fermano al Santo in ritorno da Roma, dove nei giorni scorsi, si è celebrato il Giubileo d’oro del Rinnovamento carismatico cattolico conclusosi sabato 3 giugno, con la veglia con Papa Francesco al Circo Massimo.
Sono intanto arrivati 12 novizi da Assisi che si fermeranno sino alla solennità del Santo, in supporto ai frati della basilica. “In un clima di sereno affaccendarsi tutto si sta preparando per il fine settimana che precede la festa del Santo nel quale si attendono ancor più numerosi quanti non potranno esserci martedì 13 e anticipano la loro visita per festeggiare Sant’Antonio – si legge in una nota -. Un fine settimana ricco di appuntamenti tra i quali sabato 10 giugno la ‘Notte dei miracoli’, iniziativa nata tre anni fa ma già divenuta tradizione attesa: una serata nella quale la basilica del Santo aprirà i battenti per i giovani riproponendo loro il percorso di preghiera privilegiato per favorire l’incontro con Dio e con sant’Antonio nell’imminenza della sua festa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy